fbpx
Sabato, 18 Maggio 2019 22:02

Nuraghe Iba Manna - Bari Sardo

DESCRIZIONE

Il nuraghe Iba Manna è il più occidentale dei sette nuraghi presenti sulla piana basaltica di Teccu. La sua posizione elevata gli garantiva, probabilmente, un ruolo preminente rispetto agli altri e forse anche rispetto al più ampio circondario.

Costruito sui resti della bocca vulcanica attiva circa 1-2 milioni di anni fa, il nuraghe si presenta oggi in cattivo stato di conservazione con diversi crolli che ne impediscono una lettura precisa. Si distinguono chiaramente solo due torri fra le quali si apriva probabilmente una piccola corte come tipico dei nuraghi complessi. Nella torre principale (mastio) sono presenti nicchie e scala d’andito che conduceva ai livelli superiori, ormai crollati.

A 50 m circa, in direzione nord-est, insiste una domus de janas monocellulare segno tangibile della frequentazione neolitica del posto. Il panorama che si può apprezzare dalla cima è di grande impatto è merita da solo la visita del sito.

E' stato oggetto della sesta edizione del Progetto ADOTTA UN NURAGHE che ha permesso di renderlo fruibile attraverso la pulizia dalla vegetazione e alla realizzazione della cartellonistica e sentieristica.

 

COME ARRIVARE

Partendo dal centro abitato di Bari Sardo prendere la strada ex SS125 verso Tortolì. Dopo due chilometri dall'uscita di Bari Sardo svoltare a destra su una stretta strada asfaltata che con qualche tornante vi conduce nell'altopiano vulcanico di Teccu.

Giunti in cima al termine della strada asfaltata è possibile parcheggiare l'auto e vi troverete davanti la collina basaltica con in cima il nuraghe. Per raggingerlo è sufficiente proseguire a piedi per circa 600 m di cui la metà lungo una strada sterrata e successivamente in un sentiero.

 

INGRESSO

Libero
 

MAPPA

Pubblicato in ARCHEOLOGIA IN OGLIASTRA
Venerdì, 16 Settembre 2011 02:16

Nuraghe Sellersu - Bari Sardo

DESCRIZIONE

Nell’altopiano di Teccu, in una zona archeologicamente molto ricca, nel territorio del comune di Bari Sardo, è ubicato il nuraghe Sellersu. Il nuraghe, costruito in blocchi di basalto, è in discreto stato di conservazione. E’ composto da una torre principale, e da altre due addossate alla prima, ma di una non si riconosce la struttura a causa dei crolli. Attraverso un ingresso munito di architrave si accede alla torre principale, dove s’individuano una nicchia e i resti di una scala. Dal nuraghe si ha una splendida vista sulla baia di Cea. 
E' stato oggetto della seconda edizione del Progetto ADOTTA UN NURAGHE che ha permesso di renderlo fruibile attraverso la pulizia dalla vegetazione e alla realizzazione della cartellonistica e sentieristica.
 

COME ARRIVARE

Partendo dal centro abitato di Bari Sardo prendere Via Mare, la strada per la marina di Bari Sardo e torre di Barì. Dopo due chilometri svoltare a sinistra su una strada asfaltata per località Cea-Teccu. Percorsi altri 2,5 chilometri si arriva a un incrocio, svoltare a sinistra. Dopo pochi metri lo svincolo per il nuraghe rimane sulla sinistra e si arriva percorrendo alcune centinaia di metri su una strada sterrata. 
In alternativa, dal centro abitato di Bari Sardo, prendere la strada statale 125 in direzione Tortolì. Percorsi 3,5 chilometri girare a destra nella strada per Cea. Si prosegue per cinque chilometri.  La strada sterrata per raggiungere il nuraghe è sulla destra.
 

INGRESSO

Libero
Pubblicato in ARCHEOLOGIA IN OGLIASTRA