Lunedì, 25 Luglio 2011 23:08

TRIEI

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

COMUNE DI TRIEI

 

Triei-Stemma

Altitudine 140 m s.l.m.
Superficie 39,28 Km2
Abitanti 1.121 (01-01-2015)
Densità 39,62 ab./Km2
Frazioni Ardali
CAP 08040
Prefisso 0782
Cod. ISTAT 105019
Cod. Catasto L423
Nome abitanti Trieddini
Patrono Santi Cosma e Damiano
Festivo 26 Settembre, 12 Novembre
Sindaco Anna Assunta Chironi (05-06-2016)
Sito web http://www.comunetriei.gov.it/

I paesi di Triei ( 1.227 abitanti, con una densità di 39,1 abitanti per kmq ), adagiato ai piedi dei docili crinali che digradano sulla piana di Ardali, volge a sud ovest, verso la costa orientale della Sardegna, la singolare foggia del suo abitato, situato a circa 140 metri sul livello del mare e un tempo composto, a detta di V. Angius, " di due grazioni, o vicinati, come dicono i sardi, le quali sono separate dall'alveo di un rivo [...] che formasi dalle fonti della prossima altura".

Il territorio ( 2854 ettari ), fatta eccezione per la fascia di confine con Talana, montuosa e affatto adatta al pascolo, è in prevalenza collinoso e pianeggiante, con un clima mite e adatto alle colture, in particolare orticole e viticole, capaci, quest'ultime, lo annotava Angius, di vini "notissimi per la bontà" anche ai genovesi e ai napoletani. Le colline, coperte di boschi di lecci, sugherete, olivastri e macchia mediterranea, caratterizzano un paesaggio naturale semplice ma suggestivo, tanto che, proprio nella semplicità di alcune presenze alboree ricorrenti quali il cisto e il lentischio, lo stesso Angius scorgeva un tratto storico culturale, consistente nell'utilizzo delle due piante "per cuocere la pietra calcarea in non poche fornaci".

Il parco dell'altopiano di Mullò rappresenta una vera riserva ambientale, caratterizzata dal lentischio come tipologia dominante. Diversi rivi, quando le piogge sono abbondanti, solcano le terre del paese: vi scorre timido, da nord a sud, sull'alveo pietroso che ne segna il percorso nei lunghi periodi di secca, il rio Sa Murta, che nasce in territorio di Baunei, dove ritorna presso rio Sa Compora, dopo essersi congiunto al rio Azzanele. Tra le pendici del monte Mundugia corrono le acque dell'omonimo fiume che da luogo a incantevoli laghetti naturali.

A tracciare i limiti del territorio di Triei sono le linee segnate da Monte Mannu e da Serra Osono: ad est e a nord il territorio confina con quello di Baunei e, ad ovest, presso Punta Scopulavè e Punta Figu, con quello di Talana.

I confini amministrativi di Triei e del suo territorio risalgono al 1794, dopo una lite secolare con Baunei, che rivendicava i beni dello scomparso villaggio di Osono, sito sull'omonimo altipiano. Il centro abitato, oggi, conserva ancora, nelle abitazioni tradizionali, i segni del passato, integrati, attualmente, con il moderno delle nuove costruzioni.

L'origine del toponimo non è certo. Ci sarebbero diverse ipotesi, fra le quali la più acreditata vuole che il nome di Triei derivi da un presunto T(e)rièu, col significato di sito ricco di ginestra spinosa.

La presenza umana nella zona risale al periodo prenuragico e nuragico ed è attestata da alcune tombe dei giganti di Osono: una nel suo genere, rappresenta sicuramente il più importante dei monumenti preistorici di tutto il territorio di Triei. L'intero complesso è da considerarsi, per le sue caratteristiche, tra i più interessanti esempi di architettura funeraria dell'isola.

Salvatore Corrias

Ogliastra, Antica Cultura - Nuova Provincia, i Paesi

Mediateca Ogliastrina

Letto 19464 volte Ultima modifica il Lunedì, 13 Giugno 2016 19:42
Altro in questa categoria: « TORTOLI' ULASSAI »