Beccaccia

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

NOME SCIENTIFICO: Scolopax Rusticola

DESCRIZIONE: ha un taglia di media grandezza, con un piumaggio generale molto mimetico (bruno-rossastro); la testa è rotonda con vertice nero a sottili barre crema o biancastre fino alla nuca; la fronte è fulva e uniforme; ha gli occhi grandi, in posizione arretrata, con iride scura e l'anello oculare è di un giallo chiaro; il becco bruno, sottile e lunghissimo (da qui il nome Beccaccia); le parti superiori sono marroncine con screziature scure; mentre le parti inferiori sono crema chiaro-giallastre, con fitte strie trasversali più scure; le ali grandi, larghe alla base, arrotondate, con screziature marroni, nocciola, grigie e macchie nel dal bordo chiaro; la coda è corta, arrotondata; le zampe sono rosate. Le dimensioni variano da 33-35 cm per 56-60 cm di apertura alare.

BIOLOGIA E HABITAT: abita boschi umidi con acquitrini e paludi, prati e vegetazione lungo i fiumi di tutta la Sardegna. È migratore e non nidifica in Sardegna.

RIPRODUZIONE: la riproduzione avviene in foreste miste di latifoglie, tavolta miste a conifere, purchè sia presente il sottobosco, radure e suoli di lattiera. Il nido possiede 4 uova costruito alla base degli alberi (in nord Italia ed Europa).

STATO DI CONSERVAZIONE: specie cacciabile e protetta dalla Legge Regionale del 1998. Numericamente assai variabile, in costante diminuzione negli ultimi anni.

CLASSIFICAZIONE SCIENTIFICA:

  • Phylum: Chordata
  • Classe: Aves
  • Ordine: Charadriiformes
  • Famiglia: Scolopacidae
  • Specie: Scolopax Rusticola

NOME IN SARDO: Becàcia, becatza, bicàcia.

Letto 294 volte Ultima modifica il Mercoledì, 18 Gennaio 2017 18:43
Altro in questa categoria: « Barbagianni Calandra »