Sparviere

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

NOME SCIENTIFICO: Accipiter Nisus Wolterstorffi

DESCRIZIONE: è la varietà sardo-corsa dello Sparviere (Accipiter Nisus Nisus), leggermente più piccolo della specie tipica. È un rapace di medie dimensioni. Il maschio ha la testa arrotondata e grigiastra, con guance rossastre e il mento chiaro; l'iride dell'occhio varia dal giallo all'arancio negli individui più anziani; il becco è piccolo e parecchio appuntito; le parti superiori sono grigio ardesia scuro; mentre le parti inferiori sono biancastre con barre brune e rossicce nel ventre; le ali sono arrotondate e larghe, di media grandezza; le sottocordali sono bianche senza strie, mentre le remiganti  sono color crema chiaro con 4 strie nere e il margine apicale bianco; ha zampe gialle con grossi artigli neri. La femmina è molto più grande del maschio ed è più scura e barrata di bruno nelle parti inferiori. I giovani generalmente sono più chiari. Le dimensioni variano da 28-38 cm per 55-69 cm di apertura alare. Il suo volo è caratterizzato da ampie battute d'ali alternate a brevi planate. Nel volteggio si può notare come le ali rimangono piatte e spostate leggermente in avanti.

BIOLOGIA E HABITAT: vive in boschi aperti di lecci e sughere, ma lo si può osservare qualche volta anche in boschetti tra i campi aperti. Diffuso in tutta la Sardegna, è stanziale e nidificante. La sua dieta consiste principalmente di passeriformi di piccole dimensioni, di grossi insetti, come cavallette e coleotteri, di piccoli mammiferi e non spesso di piccoli rettili. La maggior parte del tempo sta posato sugli alberi in osservazione, Caccia in solitario a quote medio-basse, infiltrandosi persino tra la vegetazione.

RIPRODUZIONE: intorno a Febbraio e Marzo viene costruito il nido da entrambe i genitori, sulle cime più alte di grossi alberi. Intorno a Aprile e Maggio la femmina depone 4-7 uova.

MINACCE: disboscamento, alterazione dell'habitat, bracconaggio.

STATO DI CONSERVAZIONE: specie particolarmente protetta dalla Legge Regionale del 1998 e dall'Allegato III della Convenzione di Berna. Rara e di grande interesse naturalistico.

CLASSIFICAZIONE SCIENTIFICA:

  • Phylum: Chordata
  • Classe: Aves
  • Ordine: Accipitriformes
  • Famiglia: Accipitridae
  • Specie: Accipiter Nisus Wolterstorffi

NOME IN SARDO: Astorittu, storigliu.

Letto 223 volte Ultima modifica il Mercoledì, 18 Gennaio 2017 19:28