Beccaccino

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

NOME SCIENTIFICO: Gallinago Gallinago Gallinago

DESCRIZIONE: Gallinago, ovvero una sorta di gallina. Uccello simile alla Beccaccia ma più piccolo, con piumaggio molto mimetico. La testa è color crema con due larghe strie longitudinali scure; l'occhio ha iride scura e un sottilissimo anello oculare chiaro e strie oculari nere; ha un lungo becco giallastro, con la punta a barre bianche e nere; il collo è lungo; le parti superiori sono in generale brune, con macchie più scure bordate di bianco e striature longitudinali crema sul dorso; le ali sono molto lunghe e appuntite; la coda è corta e cuneiforme; le zampe sono verdi, con dita molto lunghe. I sessi sono simili. Le dimensioni variano da 22-27 cm di lunghezza per 44-47 cm di apertura alare ed un peso di 80-140 g.

BIOLOGIA E HABITAT: adora stare in zone umide, come stagni, fiumi, corsi d'acqua, oppure praterie e risaie in tutta la Sardegna. La specie è migratoria e non nidifica nell'isola. Ha un'indole sospettosa e guardinga e quando si alza in volo la si può identificare molto facilmente: arriva a toccare altezze notevoli e quando vola basso è velocissimo con frequenti battiti d'ala e a zig zag. Quando si trova sul terreno solitamente assume una posizione in orizzontale, con il collo retratto e il becco piegato verso il basso. Lo si può osservare in caccia durante il crepuscolo, dove cattura anellidi e insetti, larve, molluschi e crostacei. La sua dieta è integrata anche da semi ed erba. Durante il giorno preferisce riposare tra la vegetazione. Nella stagione degli amori è bellissimo osservare i suoi voli nuziali acrobatici: un volo ondulato a rotta sub-circolare di diametro fino a 200 m, durante il quale compie virate verso l'alto aprendo la coda a ventaglio, mentre le due timoniere esterne sono tenute più staccate dalle altre, producendo un sibilante fischio. Capace a sfuggire da ogni pericolo grazie al suo piumaggio che si mimetizza facilmente nell'habitat. 

RIPRODUZIONE: la stagione degli accoppiamenti ha inizio ad Aprile dove il maschio si occupa della costruzione del nido, mentre la femmina depone 4 uova che cova per 20 giorni, in siti vicino all'acqua. I pulcini, detti "nidifughi", lasciano il nido subito dopo la schiusa delle uova, ma continuano ad essere seguiti dai genitori per 14 giorni, dove sono poi in grado di compiere i primi voli.

MINACCE: trasformazione e degrado dei luoghi di sosta e alimentazione, variazione del livello delle accque, prelievo venatorio nelle aree di svernamento, disturbo antropico.

STATO DI CONSERVAZIONE: specie protetta dalla Direttiva Uccelli e dalla Legge Regionale del 1998. Non molto comune, con variazioni annuali consistenti, specie cacciabile.

CLASSIFICAZIONE SCIENTIFICA:

  • Phylum: Chordata
  • Classe: Aves
  • Ordine: Charadriiformes
  • Famiglia: Scolopacidae
  • Specie: Gallinago Gallinago Gallinago

NOME IN SARDO: Caboni de murdegu, becatzinu.

Letto 419 volte
Altro in questa categoria: « Martin pescatore